Cosa vedere in un giorno a Ischia

Ischia è l’isola più grande del Golfo di Napoli, composta da sei diversi comuni. Non è possibile visitarla in un giorno come invece si può fare con Capri o Procida. Per avere un’idea dell’isola e dedicarsi ai suoi piaceri è necessario dormire qui almeno una notte o due.

Se nonostante tutto, però, avete un solo giorno a disposizione e volete comunque vedere Ischia, ecco qualche idea su come organizzare la giornata.

Vi proponiamo 3 itinerari sull'isola d’Ischia da cui potete prendere ispirazione in base ai vostri interessi

Itinerario 1: Giornata alle Terme

I parchi termali di Ischia, apprezzati sin dall’epoca dei greci e dei romani, racchiudono sicuramente il meglio dell'isola: acque termali dalle proprietà benefiche, verde e mare. Certo, non potrete dire di aver visitato Ischia, ma passare una giornata qui vuol dire vivere una delle esperienze top che l’isola offre.

I parchi termali più belli sono sicuramente il Negombo, nella baia di San Montano di Lacco Ameno e i Giardini Poseidon nella Baia di Citara a Forio. Sono entrambi dei bellissimi giardini termali, perfetti per trascorrervi un'intera giornata di relax. Noi preferiamo il Negombo per la qualità dei bar e ristoranti all’interno e per la ricchezza della vegetazione, ma in tutti e due casi passerete una giornata meravigliosa.

Entrambi distano circa 30 minuti dal porto.

Parco termale Negombo a Lacco Ameno
Parco termale Giardini Poseidon a Forio

Una volta arrivati al porto potete prendere l’autobus per raggiungere il parco, ma avendo poco tempo a disposizione e volendosi godere al massimo la giornata il taxi è sicuramente un’opzione da valutare, prenotando il servizio anche per il ritorno.

Itinerario 2: a spasso tra Ischia Porto e Ischia Ponte

Una passeggiata tra questi due borghi ischitani è un’ottima idea soprattutto in primavera e in autunno, quando camminare a piedi è più piacevole. Una volta scesi dal traghetto a Ischia Porto fate una passeggiata per la centrale e vivace via Roma fino ad arrivare a Piazza degli Eroi. Qui, dopo una pausa al famoso Bar Calise potete proseguire sempre a piedi fino a Ischia Ponte, il borgo antico di Ischia. Una passeggiata tra i suoi vicoli permette di ammirare i più classici esempi di architettura mediterranea, oltre ad essere d’obbligo una visita al Castello Aragonese. Da non perdere la Cattedrale dell’Assunta.

Visitare il Castello Aragonese

Il Castello si trova su un isolotto di origine vulcanica collegato a Ischia da un sottile istmo di terra. Il castello è aperto tutti i giorni e il biglietto d’ingresso costa 10 euro. E’ una struttura molto ampia: il percorso si snoda per circa 2 chilometri, calcolate almeno 2 ore per visitarlo tutto.

Dopo la visita al castello potete rifocillarvi in uno degli ottimi ristoranti della zona come Ciccio, Cocò o Al Pontile magari assaggiando il famoso coniglio all’ischitana.

Se avete ancora un po’ di ore libere prima del rientro potete prendere l’autobus o un taxi del mare verso il borgo marinaro di Sant’Angelo, un piccolo porticciolo turistico con bar e ristoranti, tra i luoghi più suggestivi di Ischia. Calcolate un minimo di 3 ore per andare, fare una passeggiata e tornare a Ischia Porto (il tragitto in autobus è di 45 minuti).

Itinerario 3: il Giro dell'isola in scooter

Per visitare quanto più possibile dell’isola di Ischia durante una giornata l’idea migliore è noleggiare uno scooter (se siete in due e avete già esperienza di guida sulle due ruote).

A Ischia Porto, appena scesi dall’aliscafo noterete tantissime agenzie di noleggio auto e scooter. Il costo di un motorino per una giornata è di circa 30 euro.

Dal porto potete facilmente seguire la strada che gira tutto intorno l’isola e fermarvi nei vari punti di interesse.

Noi vi suggeriamo:

  • Forio con la spiaggia di Chiaia, la più grande dell'isola, il caratteristico centro storico, la Chiesa del Soccorso a picco sul mare e il Torrione, la grande la torre di avvistamento.
  • Il bellissimo lungomare di Casamicciola Terme
  • I giardini La Mortella, il museo-giardino creato da Lady Walton, moglie del celebre compositore inglese William Walton.
  • Il tipico borgo mediterraneo di Sant’Angelo nel comune di Serrara Fontana, magari allungandosi alla spiaggia delle Fumarole nella Baia di Sorgeto, acqua calda sulfurea che sgorga in mare.
  • Il Castello Aragonese

Con un motorino a disposizione sarà anche facile fermarsi per un bagno, magari sulla grande e comoda spiaggia dei Maronti o nella acque calde della Baia di Sorgeto (frazione di Panza). Oppure potete provare i fanghi e i bagni termali alle Terme di Cavascura.