Le terme libere di Ischia

Guida ai bagni termali gratuiti a Ischia

  • Le terme libere di Ischia
  • Le terme libere di Ischia
  • Le terme libere di Ischia

L’isola d’Ischia, la più grande del golfo di Napoli, è un vero e proprio paradiso delle terme. Tra stabilimenti termali storici, lussuose spa e hotel con piscine termali e centro benessere, gli amanti del wellness possono trovare mille opportunità di relax in molte delle località dell’isola.

Per godere dei benefici dell’acqua termale ischitana e approfittare delle sue virtù curative non bisogna per forza prenotare un albergo con spa o acquistare il biglietto di un parco termale come il Negombo o i Giardini Poseidon.

Sull’isola di Ischia, infatti, non mancano le terme naturali completamente gratuite, con sorgenti termali calde in cui è possibile bagnarsi senza sborsare un euro, coniugando per di più i bagni caldi con la talassoterapia.

Non saranno glamour come i centri termali più lussuosi, ma le terme libere di Ischia sono perfette per trascorrere qualche ora a contatto con la natura e rilassarsi tra acqua calda, sabbiature e bagni di sole.

Ecco dunque una guida completa alle terme gratuite di Ischia.

Baia di Sorgeto

Le terme libere più famose di Ischia, considerate una tappa imperdibile anche da molti turisti stranieri e VIP che frequentano all’isola, si trovano nella baia di Sorgeto, sulla costa meridionale ischitana, non lontano dalla costa di Sant’Angelo.

La baia di Sorgeto è una piccola insenatura fatta di scogli, ciottoli e pozze di acqua bollente. Sotto il livello del mare sgorgano infatti acque termali a temperature elevate che mischiandosi all’acqua più fredda del mare e ai giochi di corrente tra gli scogli creano delle piccole piscine naturali con temperature che vanno dai 30 ai 37 gradi.

Per questo a Sorgeto è sempre possibile e piacevole fare il bagno, anche in inverno. D’estate sono poi in tanti quelli che accorrono per fare il bagno al chiaro di luna.

Inoltre, la conformazione di questa piccola baia fa si che sia molto riparata e che il mare sia praticamente sempre calmo. Anche questo, assieme al panorama molto scenografico e all’esperienza molto particolare di bagnarsi contemporaneamente in acqua termale e acqua marina, rende le terme naturali del Sorgeto una destinazione molto amata (e quindi molto affollata nelle sere d’estate).

Come arrivare a Sorgeto

A piedi: scendendo lungo le scale (circa 250 gradini) che partono dal borgo Panza (nel comune di Forio d’Ischia). Per raggiungere l’inizio della scalinata, dovete percorrere la Statale 270 in direzione sud, fino al borgo di Sant’Angelo. A questo punto, seguite le indicazioni per il Residence Baia Sorgeto o l’Hotel Ristorante Punta Chiarito. A Punta Chiarito troverete le scale sulla vostra destra. Non sono gradini particolarmente faticosi, ma in salita possono mettere comunque a dura prova, specialmente in salita a quando fa molto caldo.
In barca: con il taxi boat che parte dal porticciolo di Sant’Angelo. Il costo della corsa è di 5 euro a persona.

L’aperitivo… a mollo
Durante i mesi estivi, il bar-ristorante presente sulla baia offre un piacevolissimo servizio di aperitivo in mare: mentre si sta sdraiati in una delle piscine si può ordinare un aperitivo che viene servito a bordo di un salvagente, in modo da poter sorseggiare il drink direttamente in acqua, il tutto accompagnato da fritturine napoletane appena cotte. Una vera goduria! Il ristorante propone anche un’ottima cucina: tenetelo in considerazione se avrete voglia concedervi una cena al chiaro di luna!

Terme libere di Sorgeto: qualche avvertenza

  • Durante il giorno, d’estate, la baia può essere molto affollata e si fa fatica a trovare un posto nelle polle di acqua calda. Meglio raggiungere l'insenatura al tardo pomeriggio. Anche perché la spiaggia non è attrezzata con ombrelloni ed è raggiunta dal sole per l’intera giornata, rendendo le temperature spesso impegnative (considerando che l’acqua in cui ci si bagna è appunto calda!).
  • Portate un paio di calzature adatte a camminare sugli scogli: le rocce possono essere bollenti e scivolose.
  • Gli oltre 200 gradini in salita sono piuttosto faticosi, specie con il caldo. Se non siete molto allenati, se viaggiate con bambini o persone anziane, prendete in considerazione il servizio taxi del mare che fa la spola dal porticciolo di Sant’Angelo.

Le Fumarole

La piccola spiaggia delle Fumarole si trova sul lato meridionale dell’Isola di Ischia, nelle località di Sant’Angelo e Barano. In questa zona, una risalita di fumi vulcanici dal sottosuolo crea bolle di gas in mare visibili facendo snorkeling e rende la sabbia caldissima, a tratti rovente. È il luogo ideale, pertanto, per concedersi oltre a un bel bagno caldo, anche delle sabbiature curative completamente naturali e gratuite.

Durante l’estate, la permanenza su questa spiaggia può risultare difficile per il caldo eccessivo, per questo molte persone raggiungono la spiaggia in serata e a volte vi restano tutta la notte dormendo sulla sabbia calda. Non prima però di aver gustato una cena cucinata direttamente sulla sabbia! Basta portare patate, uova o qualsiasi altra pietanza adatta a essere cucinata al cartoccio, seppellirla per po' sotto la sabbia bollente ed ecco che la cena è servita!

Nelle vicinanze troverete in ogni caso anche diversi bar, trattorie e qualche stabilimento balneare.

Come raggiungere le Fumarole di Ischia

Le terme naturali delle Fumarole si trovano alla fine della spiaggia dei Maronti, una delle più amate dell’isola. Si possono facilmente raggiungere a piedi percorrendo il sentiero che collega i Maronti con Sant’Angelo, con una passeggiata di circa 10 minuti. Se preferite, potete arrivarci anche via mare, con uno dei taxi boat che partono da Sant’Angelo (il biglietto costa 3 euro a persona).

Sorgente di Olmitello

Le terme naturali di Olmitello rappresentano il prolungamento della sorgente di Nitrodi, e possono essere raggiunte dalla spiaggia dei Maronti oppure da Sant’Angelo. Le acque di questa sorgente, che sgorgano a una temperatura di 38 gradi, sono note fin dall’epoca romana per le loro proprietà diuretiche e curative, ed è per questo che il nome della località deriva da olmos e tello, che in latino significa eliminazione dei calcoli. Le acque “taumaturgiche” della sorgente di Olmitello sono note anche per essere curative per l’artrite e patologie dello stomaco e degli occhi.

Come arrivare alle terme libere di Olmitello

Anche in questo caso, le terme naturali a ingresso gratuito possono essere raggiunte a piedi dalla Spiaggia dei Maronti o con un comodo taxi del mare dal molo di Sant’Angelo.

Inspiration

Parco termale Negombo - Ischia

Il giardino delle acque termali, una visita imperdibile sull'Isola d'Ischia

Parco Termale Giardini Poseidon Ischia

Il più grande parco termale dell'isola d'Ischia.

Le terme di Ischia

Tutto quello che dovete sapere sulle migliori terme di Ischia