Barano

Barano è un comune che si trova a sud-ovest dell’Isola di Ischia. È formato da tante colline che declinano verso la grande spiaggia dei Maronti. Nel corso dei secoli frane e smottamenti hanno creato dei canyon che in alto permettono di ammirare panorami mozzafiato mentre in basso conducono verso sorgenti termali come Cavascura, Olmitiello e la fonte di Nitrodi.

Tre cose da fare a Barano

  1. Trascorrere una giornata di mare ai Maronti
  2. Pranzare in riva al mare alla Sgarrupata
  3. Rigenerarsi con l’acqua della fonte dei Nitrodi.

I Maronti

Sebbene il centro abitato si sviluppi verso l’interno, oggi Barano è nota soprattutto per la grande e attrezzata spiaggia dei Maronti: tre chilometri di sabbia dove si alternano stabilimenti balneari, aree libere, dove praticare sport d’acqua, fermarsi nei tanti bar e ristoranti o avventurarsi alla scoperta delle sorgenti termali alle spalle della spiaggia.

  • Cavascura: un parco termale risalente all’epoca romana dove fare applicazioni di fanghi, bagni, saune naturali e massaggi. Si raggiunge comodamente in taxi boat da Sant’Angelo (3 euro) oppure percorrendo a piedi la spiaggia dei Maronti (circa 15 minuti). Per arrivare allo stabilimento bisogna percorre qualche centinaio di metri nel canyon scavato nella roccia.
  • Olmitiello: una sorgente di acqua termale che sgorga direttamente dal costone tufaceo, dalle proprietà curative per le malattie della pelle. Ci si arriva seguendo il fiumiciattolo che sgorga in mare al centro della spiaggia dei Maronti.

Potete arrivare ai Maronti con l'autobus 5, 10 o 11.

La fonte delle ninfe Nitrodi

La fonte dei Nitrodi che poi sgorga a Olmitiello, sulla spiaggia dei Maronti, era conosciuta fin dal III sec AC per le proprietà curative delle sua acqua: ne sono testimonianza i rilevi votivi raffiguranti Apollo e le ninfee ritrovati qui e conservati al Museo Archeologico di Napoli.

Nel parco si trovano docce e lavabi dove l’acqua è erogata pura, senza alcun trattamento chimico aggiunto. Vengono poi organizzate sedute di yoga, meditazione e stretching ed è possibile fare massaggi, bagni e altri trattamenti al centro benessere.

  • Aperto dal 21 marzo al 5 novembre
  • Ingresso: 15 euro

La Pineta di Fiaiano

A Barano si trova uno delle aree verdi più grandi di Ischia: la Pineta di Fiaiano, otto ettari di macchia mediterranea affacciati su un panorama che va dal Castello Aragonese a Procida, Vivara e alla Costa Flegrea. Nella pineta si trova l’Indiana Park: un parco avventura con funi, pannelli, ponti tibetani e corde con percorsi per grandi e bambini.

Da Ischia Porto potete prendere l'autobus 6.

La Sgarrupata

La costa di Barano che scende a picco verso il mare regala uno dei tanti tesori nascosti di Ischia: la spiaggia della Sgarrupata, un lembo di ciottoli accarezzati da un mare cristallino, difficilmente accessibile da terra e con un ottimo ristorante di pesce (la Pace). Il sentiero che parte dalla Chiesa della Madonna di Montevergine, in località Schiappone, è adatto a chi ha ginocchia ben salde e non soffre di vertigini. In alternativa, è possibile arrivare con un comodo taxi del mare da Sant’Angelo.